Privacy Policy Lupi a Cisternino sbranati animali a Montereale – Porta Grande

Lupi a Cisternino: sbranati animali a Montereale

Lupi a Cisternino: sbranati animali a masseria Montereale

I lupi tornano ad attaccare gli allevamenti nel territorio di Cisternino. Più volte avevamo riferito di pecore e asini sbranati a Masseria Montereale.

Negli ultimi tempi i casi erano diventati molto episodici; probabilmente per questo non ci sono pervenuti.

Antonio Montanaro
Antonio Montanaro

A riferirci della vicenda è Antonio Montanaro, titolare.

Lupi a Cisternino: sbranati animali a masseria Montereale

lupi a cisternino animali sbranati
lupi a cisternino animali sbranati
Ci riferisce degli ultimi attacchi agli animali?

«Tra l’inizio di aprile e i primi di maggio i lupi mi hanno sbranato sette ovini, tre nella scorsa settimana.

Le pecore pascolavano lontano dalla masseria. A un certo punto mi sono accorto che erano ritornate spaventate verso gli ovili, ma ne mancavano tre. Sono andato a cercarle, trovandone solo due, uccise.

L’altra probabilmente è stata trascinata nel vicino bosco della stessa masseria, dove probabilmente hanno la loro tana. Tempo fa ho trovato sbranato un cavallino».

Ma lei è sicuro che si tratti di lupi e non di cani inselvatichiti?

«Sono sicuro al 100%! Li ho visti più volte dal vivo, di giorno.

Tempo fa io e un parente eravamo ad arare con il trattore e un lupo si è avvicinato fin troppo, sembrava voler attaccare noi, lo abbiamo spaventato con urla, minacciato con un martello e si è allontanato.

Poi abbiamo più volte esaminato le orme; quelle dei lupi sono diverse da quelle dei cani, ed anche il suo pelo è un segno distintivo; ho trovato dei peli sulla recinzione di un’altra masseria, a San Salvatore, dove periodicamente si verificano altri attacchi.

Le prede vengono uccise con un morso e basta, alla giugulare. Invece i cani, se attaccano, mordono un po’ ovunque».

Ha riferito alle autorità competenti dell’attacco dei lupi al suo allevamento?

«Sì, sono andato dai vigili, all’ASL, in caserma dei carabinieri, riferendo dell’accaduto, c’era anche mio padre con me.

C’è stata sempre una certa incertezza nelle risposte, anche dovute alla loro incertezza della reale presenza dei lupi.

Noi intanto facciamo di tutto per difendere i nostri allevamenti, potenziando i recinti, tenendo più d’occhio il bestiame, ho anche i cani maremmani. Speriamo in qualche misura che ci venga un po’ incontro».

Ci tenga aggiornato su eventuali altri episodi
Certamente, proverò a ricercare delle orme, fotografandole.

Please follow and like us:

Lascia un commento