Privacy Policy Il GAL e le buone pratiche agricole e sostenibilità delle aziende –

Incontri informativi sulle Buone Pratiche agricole e sostenibilità delle aziende

-comunicato stampa-

Due appuntamenti del GAL Valle d’Itria per parlare delle buone pratiche agricole e del miglioramento della fertilità del suolo e delle funzioni della sostanza organica  21 E 28 LUGLIO 2020

Quanto ne sappiamo di sostanza organica e dei benefici per le coltivazioni e per l’ambiente?

Ne parliamo martedì 21 e 28 luglio prossimi. Intervengono i professori Claudio Cocozza,  Gennaro Brunetti e Matteo Spagnuolo del Di.S.S.P.A., Dipartimento Di Scienze Del Suolo, Della Pianta e Degli Alimenti, Università degli studi di Bari “Aldo Moro”, e la dott.ssa Lella Miccolis – Amministratore Unico della Progeva Srl di Laterza.

GAL e le buone pratiche agricole

Ci saranno due appuntamenti, che si terranno rispettivamente a Cisternino presso la Cantina sociale e a Fasano presso la Masseria Notarangelo. Realizzati nel piano rispetto delle normative del decreto ministeriale in materia di contrasto e contenimento del Covid-19.

Gli operatori agricoli della Valle d’Itria sono invitati ad essere presenti e partecipi, perchè proprio a loro è rivolta questa attività informativa svolta dal GAL nell’ambito di un progetto finanziato dalla Misura 1 – Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione – Sottomisura 1.2 – Sostegno ad attività dimostrative e azioni di informazione PSR Puglia 2014/2020.

“Miglioramento della fertilità, sostenibilità delle produzioni agricole, la salvaguardia del livello di sostanza organica nei terreni saranno solo alcuni degli argomenti affrontati in questi due appuntamenti”.

Questo ha dichiarato il direttore del GAL Antonio CARDONE.

L’intento è trasferire conoscenze ed informazioni a coloro che in prima battuta hanno a che fare con le produzioni agricole d’eccellenza di questa terra”.

Il progetto, non a caso denominato “La terra e i suoi frutti”. Andrà avanti fino al termine del 2020 con nuovi appuntamenti dedicati alle buone pratiche di gestione dell’oliveto. Sarà anche dedicato alla mobilità lenta e la cooperazione fra filiere agroalimentari.

Per partecipare è necessario comunicare la propria adesione inviando all’indirizzo email animazione@galvalleditria.it  l’apposito modello presente sul sito web del GAL Valle d’Itria www.galvalleditria.it  (modello 5). Il modello debitamente compilato ed allegando un documento di identità valido e codice fiscale.

Please follow and like us:

Lascia un commento