Privacy Policy Il sindaco risponde sull’ospedale di Cisternino – Porta Grande

Il sindaco risponde sull’ospedale di Cisternino

Il sindaco risponde sull’ospedale di Cisternino

Un post su Facebook del sindaco Luca Convertini di ieri 14 maggio, intitolato “prove tecniche di comunità, Noi andiamo avanti”, ha chiarito la posizione del primo cittadino e gli sviluppi futuri in merito all’ospedale di Cisternino.

il sindaco luca Convertini risponde ospedale di cisternino

Il sindaco, in questo testo pubblicato, ha deciso di non rispondere “oltre alle critiche”: «non intendo smontare il castello di mistificazioni con le parole, ma con i fatti».

Però ha anche ammonito l’atteggiamento disfattista di tutti i vari oppositori: «se si continua a ritenere di gran lunga più importante, da parte degli avversari, combattere contro i presunti obiettivi elettorali del tanto vituperato consigliere regionale e di secondario rilievo l’opera di inestimabile valore che riusciremo a ottenere, se tutti faremo quadrato, in breve tempo, ci lasceremo sfuggire ancora una volta una grande occasione».

Il tanto vituperato consigliere regionale di cui parla Convertini è Fabiano Amati il quale insieme al consigliere Giampiero Bennardi e al sindaco stesso «sostenitore di presunti giochi elettorali», vengono accusati di «aver studiato a tavolino il piano di ultimazione della struttura in via Magellano, temporaneamente per l’arrivo dei “post Covid”, approfittando della chiusura degli ospedali di comunità imposta dalla Regione non solo a Cisternino, e dall’altra tutti coloro che rivestirebbero il ruolo di tutori dei lesi interessi della comunità intera per aver privato il paese, per alcuni definitivamente (e non limitatamente al periodo “post Covid”) dell’Ospedale di Comunità e del Pta».

Continuando, il sindaco si chiede come mai «oggi alcuni “antichi” personaggi politici locali si prendano tanto a cuore la struttura che per tanti anni è stata utile per la comunità, ma che hanno fatto deperire e che oggi ha tutti i segni del tempo trascorso.

Vogliamo solo augurarci che dietro questa ossessiva richiesta di riapertura non ci siano motivazioni che nulla hanno a che fare con la salute della gente, ma che invece rispondono ad interessi di altra natura. È infine molto triste dover constatare che gli sforzi maggiori di alcuni rappresentanti politici, non sono finalizzati ad un tentativo di reale collaborazione da parte delle varie forze politiche e sanitarie (promosso demagogicamente solo a parole), ma rivelino quasi una satanica speranza di poter godere esclusivamente per gli insuccessi di una controparte».

Infine, il primo cittadino chiude con una promessa: «io con i mie Concittadini faccio un patto e chiedo di avere ancora una volta fiducia. Vi aggiornerò costantemente sull’argomento e porterò avanti questa battaglia», e poi che «ovviamente avrò bisogno ancora di altro tempo, di collaborazione e soprattutto di fiducia».

Al post, come sempre del resto, segue una bagarre di commenti, chi a favore e chi contro, con le solite offese e le seguenti richieste di scuse.

Il sindaco risponde sull’ospedale di Cisternino

Please follow and like us:

Lascia un commento