Privacy Policy Cisternino: piccoli abusi in un cantiere, sequestro dei Forestali

Cisternino: piccoli abusi in un cantiere, sequestro dei Forestali

abusi sequestro forestali

I Carabinieri Forestali di Ostuni hanno sottoposto a sequestro un muro a secco di circa 40 metri e un vano tecnico di circa 8 metri quadri.

Inoltre, è stata sequestrata una piccola scaletta realizzata nel terreno e un vano tecnico interrato, a servizio della piscina regolarmente autorizzata, in quanto realizzato in una posizione diversa da quella progettata.

Il cantiere, situato in agro di Cisternino, si riferisce ad una struttura in pietra oggetto di ristrutturazione, dopo l’acquisto da parte di alcuni stranieri.

Secondo i militari ci sarebbero violazioni edilizie e paesaggistiche e per questa ragione hanno eseguito il sequestro lo scorso giovedì 8 aprile.

Le persone ritenute responsabili sono 4.

Il proprietario, il tecnico, il titolare della ditta e un suo dipendente.

Tutti sono stati segnalati alla Procura della repubblica che dovrebbe convalidare il sequestro e decidere cosa fare del cantiere.

Tutti gli indagati sono difesi dall’avv. Marcello Zizzi di Fasano, il quale attendo il decreto di convalida per valutare le conseguenti attività difensive.

L’unica opera difforme, a dire degli indagati, sarebbe il vano di 8 metri quadri per il quale è stata già depositata una istanza di abbattimento,

mentre per altre opere esisterebbe un variante in corso d’opera.

Rispetto ad alcune notizie di stampa, gli indagati hanno precisato che, per quanto l’immobile si trovi nei pressi di un bosco,

la zona non sarebbe sottoposta a vincolo paesaggistico ma a norme di rispetto  previste dal Piano regionale che sarebbe stato rispettato.

Please follow and like us:

Lascia un commento