Privacy Policy Via i carrellati condominiali cistranesi – ambiente-Porta Grande

Via i carrellati condominiali

Questa settimana sono stati prelevati dagli operatori della Gial Plast i carrellati condominiali per la raccolta dei rifiuti di circa una decina di condomini sul territorio cistranese.

Tra l’esultanza di chi non li sopportava più e la disperazione di altri utenti oggi si sono concluse le operazioni.

carrellati condominiali
carrellati condominiali
carrellati condominiali
carrellati condominiali

Ma perché sono stati tolti?

Abbiamo rivolto qualche domanda di chiarimento all’assessore alle politiche per il ciclo dei rifiuti Angelo Semeraro.

Assessore, perchè questa scelta di rimuovere ora i carrellati condominiali?

I carrellati condominiali sono stati rimossi, così come da progetto iniziale del “porta a porta” voluto da questa amministrazione, per completare quanto avviato già più di un anno fa.

angelo semeraro

Oggi sembra che qualcuno cada dal pero, ma si era stati chiari la scorsa primavera durante la distribuzione dei nuovi mastelli che tutti avrebbero dovuti ritirarli in vista anche di questa operazione.

Nei mesi di giugno e luglio l’Ufficio Ecologia, seguito dal già assessore Mario Saponaro, informò gli amministratori di condominio che dal mese di luglio sarebbe partita la rimozione.

Purtroppo, una diversa interpretazione del contratto, finalmente chiarito con la Gial Plast non più di un mese fa, ci ha permesso di concludere solo ora questa operazione.

Era un passaggio obbligato?

Nessuno di voi può immaginare cosa diventi il telefono di un assessore che si occupa di rifiuti.

In passato molto di più, ma oggi con costanza si ricevono segnalazioni e foto di ogni tipo.

Da dicembre, quando ho ricevuto l’incarico, ho collezionato foto di carrellati condominiali vergognose.

Questi venivano presi d’assalto da chi pur non avendone diritto li utilizzava in maniera abusiva creando delle discariche davanti alle abitazioni altrui.

All’interno delle volte si trovava di tutto ed erano motivo di lite in tanti condomini.

Ho ricevuto persone in ufficio disperate dalla situazione.

Ovviamente in alcuni condomini funzionavano alla grande, ma purtroppo non sono funzionali ai nostri progetti.

Di quali progetti parla? Che problema rappresentano?

Stiamo lavorando per andare verso la tariffa puntuale, dove ognuno paga per il rifiuto che produce.

Così sarebbe impossibile determinare una giusta tariffa per ogni utente. Inoltre, da qualche settimana ogni mattina gli operatori ecologici grazie a dei palmari segnano tutte le prese di ogni utenza.

A breve intensificheremo i controlli e sanzioneremo chi non utilizza le giuste pattumelle.

Solo così possiamo contemporaneamente controllare che tutti quelli che espongono la spazzatura in realtà sono titolari di un’utenza e pagano la tassa, rintracciare gli evasori, ridurre e migliorare la qualità del rifiuto, ridurre i costi per tutti.

Quei carrellati serviranno ora per incrementare e migliorare la dotazione delle utenze non domestiche.

Anche loro saranno rintracciati da un microchip come ogni cistranese e chi non rispetta le regole pagherà.

La guerra ai furbetti e agli incivili l’abbiamo dichiarata da subito.

Abbiamo rivoluzionato il sistema dei rifiuti del paese e non molliamo di certo adesso con questi risultati ottimi ottenuti.

Please follow and like us:

Lascia un commento