Privacy Policy Ci lascia Claudio Couso, artista poliedrico persona sempre sorridente –

Ciao, Claudio…

-di Gloria Erriquez-

L’ intera comunità di Cisternino si stringe intorno al dolore che ha colpito la famiglia Couso, Patrizia, Julieta, Maxi, per l’ improvvisa perdita del caro Claudio. Lo ricordiamo tutti come artista poliedrico, ma soprattutto come persona sempre sorridente, disponibile, cordiale ed estremamente garbata.

Claudio Couso
Claudio Couso e Patrizia Pareo

Di origini argentine. Da tempo ben integrato, con la moglie, nella vita sociale e culturale del nostro paese. Lo si incontrava immancabilmente in via santa Lucia, seduto sui gradini di una casa, nei pressi della galleria d’arte Pareo.

Non risparmiava mai saluti gentili e attenti. Quell’angolo del nostro paese, senza di lui, non sarà più lo stesso.

Ci piacerebbe che il nostro abbraccio arrivasse a Claudio, ovunque lui ora sia, per rassicurarlo del nostro affetto e della nostra presenza, che gli saranno tanto mancati negli ultimi giorni, per la solitudine a cui le norme antiCovid tristemente relegano gli ammalati.

L’ intera comunità di Cisternino si stringe intorno al dolore che ha colpito la famiglia Couso.

Patrizia, Julieta, Maxi, per l’ improvvisa perdita del caro Claudio. Lo ricordiamo tutti come artista poliedrico, ma soprattutto come persona sempre sorridente, disponibile, cordiale ed estremamente garbata.

Di origini argentine. Da tempo ben integrato, con la moglie, nella vita sociale e culturale del nostro paese. Lo si incontrava immancabilmente in via santa Lucia, seduto sui gradini di una casa, nei pressi della galleria d’arte Pareo. Non risparmiava mai saluti gentili e attenti. Quell’angolo del nostro paese, senza di lui, non sarà più lo stesso. Ci piacerebbe che il nostro abbraccio arrivasse a Claudio. Ovunque lui ora sia, per rassicurarlo del nostro affetto e della nostra presenza. Gli saranno tanto mancati negli ultimi giorni, per la solitudine a cui le norme antiCovid tristemente relegano gli ammalati.


L’ intera comunità di Cisternino si stringe intorno al dolore che ha colpito la famiglia Couso. Patrizia, Julieta, Maxi, per l’ improvvisa perdita del caro Claudio. Lo ricordiamo tutti come artista poliedrico, ma soprattutto come persona sempre sorridente, disponibile, cordiale ed estremamente garbata.

Di origini argentine. Da tempo ben integrato, con la moglie, nella vita sociale e culturale del nostro paese. Lo si incontrava immancabilmente in via santa Lucia, seduto sui gradini di una casa, nei pressi della galleria d’arte Pareo. Non risparmiava mai saluti gentili e attenti. Quell’angolo del nostro paese, senza di lui, non sarà più lo stesso.

Ci piacerebbe che il nostro abbraccio arrivasse a Claudio. Ovunque lui ora sia, per rassicurarlo del nostro affetto e della nostra presenza. Gli saranno tanto mancati negli ultimi giorni, per la solitudine a cui le norme antiCovid tristemente relegano gli ammalati.

Please follow and like us:

Lascia un commento