Privacy Policy Armocromia quando i colori sono portatori di benessere –

Armocromia: quando i colori sono portatori di benessere

-di Marzia Galasso-

La dottoressa Daniela Zizzi si racconta e ci racconta come è nato il progetto DEA che adotta, tra le altre, la tecnica dell’armocromia, ovvero i colori portatori di benessere.

Comincia col spiegarci che dal 2000 ha iniziato la professione di psicologa, psicoterapeuta e counselor, chi lavora sulla promozione del benessere e, in particolar modo, dei percorsi sull’autostima.

Dopo di che, durante un convegno il cui tema era la crisi economica, quindi, come interagire con possibili utenti che si rivolgono a uno specialistica a seguito di un licenziamento. Uno dei primi passi suggerito per aiutarli a reinserirsi lavorativamente parlando, consisteva nell’esplorare quelle che fossero le loro passioni.

Armocromia i colori portatori di benessere
Armocromia i colori portatori di benessere
Pertanto, il didatta consigliava di chiedere ai clienti quale fosse il primo elemento che attirava la loro attenzione nel momento in cui sceglievano una rivista. Quale rubrica consultavano per primi e, nel caso dei libri, quale genere avrebbero scelto d’impulso.

Applicando su di sé questa tecnica, la dottoressa arrivò a comprendere come un suo punto di forza fosse la moda, riconosciutogli anche durante i corsi tenuti come formatrice. Da questo nacque la riflessione sulla possibilità di combinare estetica e benessere interiore delle persone. Questo pensiero che si è concretizzato nel progetto DEA, Donna Empowerment Autostima.

Come afferma, l’obiettivo è unire la psicologia come cura del sé interiore. Un lavoro proprio sull’autostima. Un lavoro su quella estetica attraverso delle tecniche di consulenza d’immagine che aiutano le persone a guardarsi allo specchio e vedere, nell’immediatezza, delle differenze sia nei colori, sia nel taglio del vestito indossato. Il tutto per avere un’immagine più armoniosa che porta anche a dei feedback positivi da parte di chi ci circonda, rafforzando, così, l’autostima.

Armocromia i colori portatori di benessere
Armocromia i colori portatori di benessere
Armocromia i colori portatori di benessere

Alla base di questo progetto vi è un percorso fatto di corsi come consulente d’immagine tenutisi in diverse parti d’Italia. Nello specifico dell’armocromia importante è stato il contatto con una delle maggiori esponenti italiane, Rossella Migliaccio, di cui adotta il metodo.

Il modulo adottato dalla dottoressa Zizzi è uno dei tanti possibili. Quello che dà i risultati più nell’immediato. Un impatto che porta la donna o l’uomo, ricordiamo, infatti, che questi percorsi sono aperti a entrambi i sessi, a vedere nettamente la differenza tra prima e dopo.

Ci viene poi spiegato che l’armocromia è una tecnica con un fondamento scientifico che parte dai colori naturali di occhi, capelli e pelle. Utilizzando poi dei drappi, veri e propri tessuti di colori differenti, fare un’analisi che permette di definire i “colori amici”, che restituiscono un’immagine armonica della persona.

In particolar modo, il metodo a cui si rifà e quello delle stagioni. I colori naturali della persona, si avvicinano a quelli della primavera, dell’estate, dell’autunno o dell’inverno. Per tanto, l’armocromia gioca sull’imitazione tenendo però presente che all’interno di ogni stagione vi sono poi dei sottogruppi.

Il lavoro della dottoressa si articola, quindi in tre step. Quello dello stile che riflette la personalità, individuare da cosa un utente è più attratto e la psicologia interviene nella rimozione di eventuali blocchi mentali che non permettono di osare. Quello della silhouette, valutare i modelli che più si adattano alla forma del corpo per valorizzare i punti di forza e, infine, l’analisi dei colori. 

In alcuni casi, la dottoressa si è avvalsa anche dell’aiuto di professioniste. Mmake-up artist e sarte, proprio col fine di fornire alle clienti un set completo di strumenti per migliorare la propria estetica. Importante è ricordare che questo step potrebbe inserirsi in un percorso più ampio che lavora sul benessere interiore. Se questo dà i suoi frutti sul lungo periodo, l’armocromia dà nell’immediato degli stimoli positivi che sono di grande aiuto per gli utenti.

Tra le attività incentrate su questo progetto, all’inizio dell’anno, con l’Anteas, si è tenuto il percorso “Dea a tutte le età” perché coinvolgeva donne di mezza e terza età. Il progetto ha avuto un feedback positivo perché ha permesso loro di vedersi più belle.

Si tratta di un cammino importante perché a tutti e tutte piacerebbe vedersi più belli e belle ma non tutti e tutte sono portati e portate per questo.

La creatività della dottoressa Zizzi le ha permesso di non fermare il progetto DEA durante il periodo del lockdown. È riuscita a portarlo online dapprima con una serie di webinar (sessioni informative) che trattavano diversi temi come, per esempio, quello del riordino basato sul metodo della giapponese Marie Kondo; poi attivando il percorso vero e proprio che si è concluso pochi giorni fa con un incontro delle donne coinvolte.

Il progetto realizzato è diventato un vero e proprio brand. La volontà è stata di farsi conoscere anche al di fuori della nostra realtà e i risultati sono arrivati quando delle turiste, in vacanza in Puglia, hanno scelto di fermarsi a Cisternino proprio per poter avere una consulenza con la dottoressa Zizzi circa l’armocromia.

Si ricordi, infatti, che l’analisi armocromatica può essere svolta richiedendo una consulenza alla dottoressa. A tal proposito, ha deciso di promuovere questa sua attività anche col fine d’incuriosire il turista di passaggio. 

Please follow and like us:

Lascia un commento