COVID come e quando vaccinarsi – istruzioni per l’uso –

-dott. Giovanni Canzio-

Nel totale caos informativo riguardo la vaccinazione anti-Covid, cerchiamo di fare un po’ di chiarezza (come e quando vaccinarsi) alla luce delle migliaia di richieste che ci arrivano dalla popolazione. Voglio precisare che anche noi medici di famiglia non abbiamo ricevuto indicazioni dirette ma, insieme a voi, rileggiamo l’unico riferimento esistente: il cronoprogramma operativo della Regione Puglia.

Come e quando vaccinarsi
COVID come e quando vaccinarsi

In questo cronoprogramma si dà per scontato che tutti gli ultra 80enni siano già vaccinati, il che è completamente falso. Solo a Cisternino centinaia di persone nate prima del 1942 sono in attesa di ricevere informazioni sulle modalità e sui tempi di vaccinazione. Quindi li invitiamo, se non fanno parte delle categorie sotto descritte e quindi in grado di muoversi dalla propria abitazione, di prenotare al più presto la vaccinazione con tre modalità:

1) FARMACIE ASL BR 

2) CUP ASL BR da sportello,  tel 800.888388, tel 080.9181603

3) sito PUGLIA Salute https://www.sanita.puglia.it/servizialcittadino/#/RicercaPrenotazioneVaccino?azienda=regionale

  • I nati prima del 1942: prenotazione in corso
  • Nati nel 1942-1943: prenotazione dal 29 marzo 2021
  • I nati nel 1944-1945: prenotazione dal 31 marzo 2021
  • Nati nel 1946-1947: prenotazione dal 1 aprile 2021
  • I nati nel 1948-1949: prenotazione dal 6 aprile 2021
  • Nati nel 1950-1951: prenotazione dal 8 aprile 2021
  • I nati nel 1952-1953 prenotazione dal 12 aprile 2021
  • Nati nel 1954-1955: prenotazione dal 14 aprile 2021
  • I nati nel 1956-1957: prenotazione dal 16 aprile 2021
  • Nati nel 1958-1959: prenotazione dal 19 aprile 2021
  • I nati nel 1960-1961: prenotazione dal 21 aprile 2021

La vaccinazione dei soggetti con età maggiore di 80 anni che sono in assistenza domiciliare, i disabili gravi e le persone estremamente vulnerabili, potranno essere vaccinate a domicilio da parte dei medici di famiglia.

Gli elenchi di questi pazienti dovranno essere verificati dai distretti per la conferma delle patologie in atto e delle invalidità previste dalla legge.

Intanto oggi 16 marzo era prevista la consegna degli elenchi da parte dei medici ai distretti, ma è evidente che tutto è stato rinviato ai prossimi giorni perché mancano le comunicazioni e le informazioni sulle modalità di invio dei dati. La data prevista per l’inizio delle vaccinazioni domiciliari è il 6 aprile, ma oggi non sembrano esserci le condizioni per garantire la conferma della data, come per tutte le altre liste prenotabili.

Mancano tanti vaccini rispetto alle ipotesi previste, la sospensione del vaccino Astra- Zeneca ha aggravato la situazione, le modalità di esecuzione delle vaccinazioni domiciliari sono assolutamente generiche (quale vaccino? come e dove prepararlo? il medico di famiglia da solo? quali garanzie per medico e pazienti di fronte a eventi avversi gravi?)

In sintesi la domanda è la seguente: perché negli hub vaccinali sono previsti infermieri e medici rianimatori con attrezzature di rianimazione mentre a domicilio, con soggetti molto più complessi dal punto di vista clinico, il medico di famiglia deve fare tutto da solo? Attendiamo risposte.

Per quanto riguarda la seconda chiusura dell’Ospedale di Comunità per riconversione in post-Covid, dopo appena 12 giorni dalla riapertura, non mi esprimo, il mio pensiero è noto da sempre.

La terza ondata della pandemia Covid  ha dato un brusco sfratto ai nostri concittadini ricoverati. Dopo un anno è ancora la medicina del territorio a pagare un pesante tributo a una programmazione sanitaria mai nata.

Chiedo scusa ai pazienti cistranesi ricoverati in OdC che abbiamo mandato a casa o in altri ospedali e a tutti coloro che attendevano con ansia un posto letto nella nostra degenza territoriale per un percorso riabilitativo, terapeutico e assistenziale. È un momento difficile per tutti.   

Cisternino, 16 marzo 2021

Please follow and like us:

Lascia un commento